| home | chi siamo | le terapie |contatti | i miei pazienti |
   
Le terapie
  Fisioterapia Kinesiterapia Fisioterapia Kinesiterapia
  Fisioterapia Massoterapia Fisioterapia Massoterapia
  Fisioterapia Laserterapia Fisioterapia Laserterapia
  Fisioterapia Tecarterapia Fisioterapia Tecarterapia
  Fisioterapia Ultrasuoni Fisioterapia Ultrasuoni
  Fisioterapia Tens Fisioterapia tens
  Magnetoterapia Magnetoterapia
  Fisioterapia Ultrasuoni Fisioterapia Ultrasuoni
  Terapia scenar Terapia Scenar
  Medicina manuale Medicina manuale
  Fisioterapia osteopatia Fisioterapia osteopatia
  Kinesiologia applicata Kinesiologia applicata
Contatti
  Magneto cell. 3384175003
Rieducazione, riabilitazione del ginocchio

riabilitazione rieducazione ginocchioLA RIEDUCAZIONE O RIABILITAZIONE DEL GINOCCHIO DOPO INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE








INDIRIZZI PRINCIPALI


prima e seconda settimana

  • ginocchiera articolata bloccata a 30° 35° per 1-3 giorni, successivamente limiti fissati a 0°-90° (1a settimana) con incrementi di 10°/settimana. Il tutore è bloccato a 0° solo per la deambulazione ed è rimosso durante la cinesiterapia
  • esercizi in isometria e mobilizzazione passiva
  • elettrostimolazioni
terza settimana
  • Tutore: 0°- libero
  • Carico: parziale 50% con una canadese
  • Carico: totale senza stampelle (4a settimana)
  • contrazione isotoniche, elettrostimolazioni, piscina tecarterapia ice
Rieducazione propriocettiva: sesta e settima settimana
  • Proseguono gli esercizi di potenziamento E la fase più delicata dove si deve evitare errori va eseguita in palestra riabilitativa la corsa va evitata sino al 4 mese post intervento in quanto può causare complicanze che prolungherebbero i 6 mesi canonici di riabilitazione
    Al 5 mese si puo cominciare (S.C.) ad aggiungere il gesto tecnico insieme a quello atletico Forzare i tempi ha poco senso in quanto il neolegamento necessita di circa sei mesi per adattarsi ed impiantarsi nella articolazionez

La postura

Posizione naturale ed equilibrata del corpo nello spazio essa è determinata dalla contrazione tonica dei muscoli scheletrici, che fissano le articolazioni e corrisponde alla stazione eretta. Per postura si intende quindi il modo di atteggiarsi del corpo umano determinato dal suo apparato locomotore in opposizione alla forza di gravità. Correggere una postura in uno sportivo adulto solo per minimizzare la probabilità di infortunio è il più delle volte inutile o addirittura dannoso. A mio parere non bisogna forzare un nuovo equilibrio posturale se non in presenza di chiara ed evidente sintomatologia riferibile ad una scorretto atteggiamento Un corretto esame evidenziera le problematiche stimoli provenienti dalla vista, dal labirinto dell'orecchio interno (che fornisce informazioni relative alla posizione e ai movimenti del capo nello spazio), dai recettori della sensibilità propriocettiva o propriocettori, situati in corrispondenza dei muscoli e delle articolazioni influiscono sulle variazioni posturali del corpo Una male occlusione(un scorretto contatto tra le de arcate dentarie superire ed inferiore) può essere causa di una cattiva postura

Fisioterapia applicata
  distorsione alla caviglia Distorsione alla caviglia
  riabilitazione del ginocchio Rieducazione o riabilitazione del ginocchio
  Crampo, strappi e lesioni muscolari Crampo, strappi e lesioni muscolari
  Traumatologia generale Traumatologia generale
  Lombalgia Lombalgia
  Cervicalgia Cervicalgia
fisioterapia, fisioterapista, rieducazione ginocchio, riabilitazione ginocchio, Milano