| home | chi siamo | le terapie |contatti | i miei pazienti |
   
Le terapie
  Fisioterapia Kinesiterapia Fisioterapia Kinesiterapia
  Fisioterapia Massoterapia Fisioterapia Massoterapia
  Fisioterapia Laserterapia Fisioterapia Laserterapia
  Fisioterapia Tecarterapia Fisioterapia Tecarterapia
  Fisioterapia Ultrasuoni Fisioterapia Ultrasuoni
  Fisioterapia Tens Fisioterapia tens
  Magnetoterapia Magnetoterapia
  Fisioterapia Ultrasuoni Fisioterapia Ultrasuoni
  Terapia scenar Terapia Scenar
  Medicina manuale Medicina manuale
  Fisioterapia osteopatia Fisioterapia osteopatia
  Kinesiologia applicata Kinesiologia applicata
Contatti
  Magneto cell. 3384175003
Crampo, strappi e lesioni muscolari

CrampoIl crampo è una violenta contrazione muscolare involontaria, improvvisa e dolorosa. Il soggetto presenta un dolore improvviso, violento e localizzato al muscolo colpito, che aumenta anche di consistenza. Il dolore è destinato a estinguersi spontaneamente in brevissimo tempo. Il crampo può essere provocato da eccessivo sforzo compiuto da un muscolo non allenato, o non riscaldato in precedenza.

Il dolore muscolare a insorgenza tardiva (DOMS)

Forma di dolore muscolare cui si va frequentemente incontro nelle fasi iniziali della preparazione atletica precampionato o soprattutto quando l'atleta è stato completamente inattivo da tempo compare generalmente nelle prime 24 ore che seguono la seduta di allenamento e tende a durare per 4 o 5 giorni con un picco compreso tra le 48 e le 72 ore.

Lesioni muscolari.
Classificazione delle lesioni muscolari. Lesioni da trauma diretto (contusione)
  • grado lieve
  • grado moderato
  • grado severo
Lesioni da trauma indiretto
  • contrattura
  • stiramento
  • strappo
  • strappo di primo grado
  • strappo di secondo grado
  • strappo di terzo grado (rottura parziale o totale)

Contrattura.
Si manifesta con dolore muscolare che insorge quasi sempre a distanza dall'attività sportiva, con una latenza variabile (dopo qualche ora o il giorno dopo)

Stiramento.
È sempre conseguenza di un episodio doloroso acuto, insorto durante l'attività sportiva, il più delle volte ben localizzato, per cui il soggetto e costretto ad interrompere l'attività, pur non comportando necessariamente un'impotenza funzionale immediata,

Strappo.
Si manifesta con dolore acuto, violento che compare durante l'attività sportiva attribuibile alla lacerazione di un numero variabile di fibre muscolari

La distinzione in gradi comprende:

  • strappo di I grado: lacerazione di poche miofibrille all'interno di un fascio muscolare, ma non dell'intero fascio;
  • strappo di Il grado: lacerazione di uno o più fasci muscolari, che coinvolge meno dei 3/4 della superficie di sezione anatomica del muscolo in quel punto
  • strappo di III grado: rottura muscolare, che coinvolge più dei 3/4 della superficie di sezione anatomica del muscolo

Fisioterapia applicata
  distorsione alla caviglia Distorsione alla caviglia
  riabilitazione del ginocchio Rieducazione o riabilitazione del ginocchio
  Crampo, strappi e lesioni muscolari Crampo, strappi e lesioni muscolari
  Traumatologia generale Traumatologia generale
  Lombalgia Lombalgia
  Cervicalgia Cervicalgia
fisioterapia, fisioterapista, crampo, crampi, strappi muscolari, lesioni muscolari, milano